Carne d’agnello Laticauda: perché sceglierla, storia e curiosità

Oggi abbiamo davanti a noi una materia prima molto pregiata, di cui sicuramente avrete sentito ricette e aneddoti,  soprattutto nel periodo legato alla Pasqua: la carne d’agnello Laticauda.

Conoscete la sua storia?

Agnello Laticauda: la storia

L’origine della razza Laticauda resta tutt’oggi poco conosciuta. Si racconta che la razza Laticauda sia venuta alla luce da una serie di incroci con razze del nostro territorio e arieti africani, importati dai Borboni in Italia al tempo di Carlo III.

Questi incroci diedero vita all’attuale aspetto della Laticauda. Un aspetto molto particolare, affascinante, che non ritroviamo in nessuna altra razza della specie e che ci regala materie prime eccellenti!

Quali sono le sue caratteristiche?

  • La mole: le femmine pesano anche 70 chilogrammi e gli arieti raggiungono i 90-95 chilogrammi, superando non di rado il quintale.
  • La fisionomia: un grande capo (privo di corna nelle femmine), muso montonino e liscio, occhi rossicci e orecchie lunghe e spioventi. Il vello è completamente bianco (sono rarissime le pecore con la testa e gli arti marroni) e lascia scoperto il ventre. Gli arti sono lunghi e sottili: per questo non è buona camminatrice e, tradizionalmente, è allevata accanto alle fattorie e in greggi di piccole dimensioni.
  • La qualità della carne e del suo latte: tradizionalmente la Laticauda serviva per preparare in casa formaggi dalla caratteristica dolcezza e consistenza burrosa, importante anche per una buona stagionatura. Ma la tenerezza della carne dell’agnello, il prodotto più pregiato della razza, ne rendeva preferibile anche la macellazione. La carne d’agnello Laticauda è infatti molto sapida e priva del tipico odiore fastidioso che associamo agli ovini!

Volete conoscere altre curiosità?

Curiosità sull’agnello Laticauda

Ci sono molte curiosità legate alla razza Laticauda, a iniziare dal suo nome per finire con le tradizioni legate all’allevamento e all’uso delle sue carni in cucina. Scopriamole tutte!

Il nome Laticauda

Il nome Laticauda viene dal latino “Latis”, che significa larga, e “cauda”, che significa coda. Guardando questa pecora, infatti, si nota subito una coda grande e larga che funge da riserva di grasso e di acqua. Il suo nome, quindi, deriva proprio da queste caratteristiche!

Il presidio avellinese e beneventano

Come molte razze animali, anche la Laticauda ha rischiato di scomparire per la massiccia importazione dall’estero di arieti e le conseguenti ibridazioni. L’allevamento di questa razza così speciale è stato lentamente ripreso poi negli anni ’90, grazie soprattutto a politiche di sostegno e sviluppo e a un lavoro di riselezione genetica della razza.

Oggi il Presidio degli allevamenti di Laticauda si ha soprattutto nelle zone dell’avellinese e beneventano che conservano i capi in purezza e li allevano secondo tradizione!

L’obiettivo degli allevatori è di valorizzare carni e formaggi di Laticauda, contrastando i numerosi falsi che si trovano sul mercato.

Le ricette tipiche

Ci sono molte ricette tipiche legate alla carne d’agnello Laticauda, ma il piatto che più si conosce sono gli ammugliatielli: involtini preparati con il cosiddetto quinto quarto, le parti interne solitamente scartate al momento della macellazione.

Le carni degli agnelli sono così tenere che amiamo gustarle anche nelle preparazioni più semplici, al forno o alla brace. Come quelle che possiamo trovare nel goloso menu di Pasqua del Chianchiere!

Perché scegliere la carne d’agnello Laticauda

Dopo tutto ciò che vi abbiamo raccontato, avrete già capito perché scegliere la carne di agnello Laticauda sia un ottima mossa!

Ma ci teniamo a raccontarvi di più: non solo la carne degli agnelli è tenerissima, succosa, facile da preparare in mille modi, ma è anche controllata e curata, sia negli allevamenti, sia nella macellazione.

Inoltre, per la sua tenerezza e delicatezza, è un tipo di carne che piace a tutti, grandi e guagliuni!

La tradizione Pasquale e la carne d’agnello dal Chianchiere

Carne d agnello laticauda Cerrone

È tradizione infatti vedere arrivare sulla vostra tavola di Pasqua una pirofila di carne d’agnello profumata e invitante. Perché non scegliere quella del Chianchiere? Preparata con amore, passione, attenzione e con la migliore qualità di carne d’agnello: la Laticauda!

I piatti preparati con questa pregiata materia prima sono molti, e li trovate soprattutto nel nostro menu di Pasqua insieme a tutte le altre proposte che serviranno ad accompagnarla con gusto.

Per ordinare tutto ciò che preferite, vi aspettiamo da Cerrone!

 

Articoli simili

Un prodotto che più di tutti porta alta la bandiera dell’artigianalità dei mastri caseari, un gusto unico e inconfondibile che…

Anche a casa vostra la Pasqua può essere golosissima con le proposte del Chianchiere! Dalla Gastronomia alla Brace, un mix…

È proprio il momento di goderci una ricetta golosissima della tradizione napoletana: la lasagna! Un piatto saporito e ricco di…